‘A nozze con le cozze’ compie tre anni

Una pietanza realizzata a base di cozze

PALESE – Si avvicinano i festeggiamenti in onore della Madonna Stella Maris a Palese previsti per il periodo dal 23 al 26 Luglio 2010. Tra quelli civili assume particolare rilievo la sagra “A nozze con le cozze” alla sua terza edizione curata dall’Associazione Stella Maris che si svolgerà il 26 Luglio alle ore 20,30 presso la Parrocchia Stella Maris
La sagra nasce come coinvolgimento gastronomico di tutti i ristoratori del litorale palesino, in una sorta di gara di pietanze a base di cozze.
L’evento si svilupperà all’interno del piazzale della Parrocchia Stella Maris, in Palese, sita in prossimità del lungomare e del porto di Palese.
Secondo il presidente delegato del Comitato feste Stella Maris, Riccardo M. Rizzi, l’ubicazione della Chiesa fa sì che il legame, spirituale, territoriale fra il mare, coloro che operano e vivono e la Parrocchia, sia estremamente univoco.
Rizzi ricorda che l’origine storica dell’idea, risiede nella circostanza accertata della esistenza delle “sciale”, piccole trattorie adibite a degustazioni delle cozze che venivano depurate naturalmente. Infatti in prossimità delle sciale, in mare, vi erano soffioni di acqua dolce proveniente dalle falde freatiche denominate “acque di Cristo”.
Palese – continua il presidente- ha da sempre un rapporto privilegiato con il mare: la sua nascita si ritrova in insediamenti risalenti all’età neolitica, tutt’ora evidenti lungo la costa. La sagra ha la pretesa anche di rivalutare il lungomare palesino, riqualificare il territorio, dare un supporto alle attività economiche ed infine riprendere le tradizioni.
Parteciperanno a questa vetrina gastronomica: i ristoranti a mare lo Scoglio, Casablanca, Paradise, L’Ancora, la Vela, La Barcaccia, il Galeone
La materia prima (le cozze) sarà offerta da” La Boutique dei Frutti di Mare” da degustare insieme a ottimi vini tipici, offerti da Vittorio Cavaliere.
Sarà presente anche un angolo dei dolci a cura della pasticceria “ II Fornarino”.
Per questo evento, probabilmente unico, nell’hinterland barese, Rizzi auspica una partecipazione massiccia da parte della cittadinanza, soprattutto dei comuni vicini.

Gaetano Macina

Stampa o condividi: